Recensione Stilografica Stipula Vedo Turquoise Fine

1) Prime impressioni

Quando comprai questa penna non avevo neanche una Stipula nella mia collezione, perché oltre a voler rimanere in una fascia di prezzo medio-basso, il costo delle Stipula era per me proibitivo. Per cui quando la vidi su eBay a poco meno di Eur 70 comprese le spese di spedizione, ovvero circa la metà del prezzo di listino, la presi al volo, attratto anche dalla colorazione particolare e dal caricamento a pistone. Fu un ottima scelta sia per la qualità complessiva sia per la colorazione oggi non più disponibile. Il venditore era un privato ma spedizione e imballaggio furono eccellenti. La scatola era quella tipica delle Stipula di fascia bassa e ovviamente, avendo comprato da un privato, la penna era priva di garanzia e di qualsiasi omaggio.

2) Estetica e rifiniture
Pur essendo, almeno per allora, un modello entry level per le penne a pistone della Stipula, la penna è assemblata e progettata alla perfezione, senza sbavature o imperfezioni. La penna è color turchese lucido con riflessi iridescenti e il suo nome gli è dato dal colore e dal fatto che il serbatoio è in plastica trasparente per intero e si "vede" tutto l'inchiostro caricato. La penna nel complesso appare molto robusta e lo è di sicuro visti i 3 anni di utilizzo intenso. La foto su eBay non poteva assolutamente renderle giustizia per via dell'iridescenza e quindi oggi più che mai sono soddisfatto della qualità e infatti ho continuato a comprare penne Stipula che a tutt'oggi è la mia marca preferita.

3) Design, dimensioni e peso
La penna è in acrilico colorato eccetto per il serbatoio che è perfettamente trasparente. La forma è di tipo classico con le estremità leggermente bombate. Il cappuccio, pur essendo ad avvitamento per la chiusura, non si avvita sul retro quando si scrive pur rimanendo ben saldato. Da notare come il pomello che muove il pistone ruoti sulla stessa posizione senza sollevarsi, contrariamente a come fanno le Pelikan. La penna si impugna bene nella mia piccola mano, questo grazie anche al fatto che l'impugnatura, pur essendo liscia, ha una forma ergonomica che ne facilita l'utilizzo. La clip del cappuccio ha la classica forma delle Stipula ed è sormontata da una fogliolina, simbolo della Casa. Di dimensioni medie è ben bilanciata con e senza cappuccio. In dettaglio le sue dimensioni sono in mm: chiusa 128, stappata senza cappuccio 120, stappata con cappuccio 148, lunghezza corpo 75, diametro corpo 13,5, lunghezza cappuccio 58, diametro cappuccio 15, lunghezza impugnatura 27, diametro impugnatura 12. La penna pesa gr. 24.

4) Design e performance del pennino
Il pennino ha un tratto misura 5 e quindi dovrebbe essere un fine. La sua lunghezza è di mm 19 mentre ha un'apertura alare di mm 6. E' completamente in metallo cromato ed è rigido. All'atto dell'acquisto non c'era possibilità di scelta e quindi non mi rimaneva che sperare fosse buono. Rispetto alle altre penne però non sembra essere un tratto fine bensì un tratto medio. Non ho mai avuto alcun problema con questo pennino, su nessun tipo di carta e con alcun inchiostro, che scorre bene e si secca solo dopo molte ore stappata. Qualcuno potrebbe considerare il flusso troppo abbondante ma tutto dipende dalla carta utilizzata. Il sistema di capillarizzazione è in plastica multilamellare fino a poco sotto della massima apertura alare del pennino. Questo si può rimuovere svitandolo insieme al pennino per facilitarne la manutenzione. Sono molto soddisfatto di questo pennino, che fa salire di molti punti la mia considerazione per i pennini di acciaio.

5) Sistema di ricarica
Come anticipato al punto (1), la penna fu scelta per via del sistema di ricarica a pistone. La quantità di inchiostro contenuto è nella media delle Pelikan di fascia media. Dopo aver provato la ricarica a pistone di questa penna, anche con il calamaio da viaggio Visconti, me ne sono innamorato e oggi, se posso, scelgo penne con caricamento a pistone.

6) Costo / Valore
La penna fu pagata 50 euro più 18 euro di spese di spedizione ma ero riuscito a farmi fare uno sconticino di 20 euro dal prezzo originale. All'epoca il prezzo di listino era intorno ai 100 euro; adesso per i colori disponibili (rosa, blue scuro, rosso e nero) il prezzo è di 140 euro e quindi per questa penna il valore è anche superiore essendo fuori produzione. Venne comprata da un privato italiano che la vendeva su eBay nel gennaio 2007 e ovviamente senza garanzia. Non posso dire se fosse nuova al momento dell'acquisto ma di sicuro era in condizioni perfette. L'acquisto fu un vero affare e un ottimo investimento. Visto l'evolversi della mia collezione ma anche l'aumentare del valore della penna, questa si colloca in una posizione medio-alta.

7) Opinione complessiva e conclusioni
In generale sono stato e sono tuttora assai soddisfatto di questa penna tant'è che l'ho usata quasi ininterrottamente per tre anni. Dal pubblico in genere viene sottovalutata per via del pennino in acciaio il cui costo di ricambio è di appena 5 euro eppure ha una scorrevolezza che raramente si trova in penne entry level. Successivamente ho comprato altre Stipula dopo l'ottima esperienza con questa penna e mi sono anche aggiudicato il cofanetto in edizione limitata della Stipula Vedo Nera Onice con pennino stub e Roller e avendola presa da Giardino Italiano o ricevuto una bottiglia di inchiostro Stipula in omaggio. Quindi considerando questa recensione non solo consiglio ad altri la Stipula Vedo, ma in generale tutte le Stipula.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutela della Privacy in Condominio: Equilibrio tra Trasparenza e Conformità al GDPR (Analisi Approfondita e Casi Pratici)

Proroga del Termine per la Trasmissione dei Dati Relativi alle Spese Detraibili Sostenute nel 2023 dai Condomini: Analisi Approfondita e Casi d'Esempio

Una nuova era per le assemblee condominiali